Chi siamo

Non sono più solo solo, ho trovato (nel giro di una settimana a dire il vero non molto..) qualcun altro pronto a dare il suo contributo per raccogliere materiali, organizzare contenuti ed alimentare un dibattito pubblico su cosa sia o dovrebbe essere l’etica professionale oggi e come potrebbe essere domani.

Prima eravamo in 3-4 e pian piano aumentiamo.

  • Avv. Andrea Buti (Foro di Macerata)
  • Avv. Giovanni Faraone (Foro di Fermo)
  • Avv. Jgor Pellizzon (Foro di Treviso)
  • Avv. Mariantonietta Montemurro (Foro di Matera)
  • Avv. Loredana Manicone (Foro di Matera)
  • Avv. Giuseppe Tedesco (Foro di Matera)
  • Avv. Mauro Carlo Bonini (Foro di Novara)
  • Avv. Elisabetta Lucidi (Foro di Ascoli Piceno)
  • Avv. Paola Poli (Foro di Bologna)
  • Avv. Francesco Solla (Foro di Lamezia Terme)
  • Avv. Alessandro Olivari (Foro di Macerata)
  • Avv. Fabio Passamonti (foro Ascoli Piceno)
  • Avv. Simona Loi (Firenze)

Poi si sono aggiunti:

  • Avv. Giovanni Faraone (L’Aquila)
  • Avv. Maura Simonazzi (Reggio Emilia)
  • Avv. Fabio Passamonti (Ascoli Piceno)

Credo nella mente collettiva e penso che più teste siano meglio di una sola, per definizione; un progetto del genere è poi troppo grande per una persona sola.

Professionisti di ogni settore sono ben accetti, come anche professori, accademici, manager, dirigenti: tutti hanno titolo per parlare di etica dei valori.

Vorrei favorire una contaminazione positiva fatta di confronti e di idee prestate da un ambito ad un altro: da un medico ad un avvocato, ad un ingegnere, un commercialista, un consulente del lavoro.

Si può dare un consiglio sbagliato anche in buona fede, solo perché nessuno ci ha mai insegnato a fare meglio, a riflettere su aspetti che non siano solo tecnici o di merito, perché ci mancano delle esperienze edificanti o i maestri giusti. Perché siamo stati semplicemente sfortunati.

Un posto per demolire la cultura degli alibi che ci consente di autogiustificare anche inconsapevolmente scelte che potrebbero essere differenti.